Finanziato da
Erasmus+, KA2
Buona Pratica
Informazioni
Link Diretti
Contatti
Nicola Catellani
Coordinatore della Rete - SERN

EQUAP

Enhancing QUAlity in early childhood education and care through Participation

Sul Progetto

L’educazione e la cura della prima infanzia (ECEC) è diventata una priorità politica in molti paesi così come una priorità a livello europeo, come indicato nei documenti di programmazione Erasmus+ e nel contesto del principale documento politico strategico relativo all’istruzione (ET 2020). Ci sono cinque aree di qualità che sono state identificate dalle politiche per un migliore sviluppo del bambino:
  1. obiettivi e standard minimi;
  2. curriculum e standard di apprendimento;
  3. qualità della forza lavoro
  4. impegno della famiglia e della comunità; dati, ricerca e monitoraggio (OCSE, 2012).
Il problema principale che il progetto EQUAP ha identificato e intendeva affrontare partiva dal presupposto che il coinvolgimento e la partecipazione dei genitori e degli assistenti sono scarsamente o non sufficientemente riconosciuti come una componente chiave che contribuisce alla qualità dell’ECEC. Partendo dagli indicatori di qualità della partecipazione esistenti, sono stati sviluppati indicatori migliori e più efficaci in termini di misurazione della partecipazione intesa come processo. Il principale impatto a lungo termine del progetto è stato una maggiore consapevolezza e centralità della partecipazione delle famiglie e degli assistenti come componente chiave per migliorare la qualità dell’educazione e della cura della prima infanzia.

Obiettivi

L’obiettivo generale del progetto EQUAP era quello di contribuire a migliorare la qualità dell’ECEC in Europa attraverso un maggiore riconoscimento delle famiglie e degli assistenti come componente chiave del sistema. Per raggiungere questo obiettivo generale, il progetto ha stabilito 4 obiettivi specifici:
  1. Identificare, testare e integrare le migliori pratiche e i metodi innovativi di partecipazione, in particolare nel contesto della diversità (diversità socioeconomica e culturale, minoranze, ecc.);
  2. Migliorare le competenze degli insegnanti per quanto riguarda le strategie e gli approcci al coinvolgimento dei genitori, imparando dalle esperienze dei colleghi di altri paesi europei;
  3. Migliorare l’integrazione e l’interazione delle diverse componenti del sistema (bambini, operatori, ricercatori, famiglie, comunità);
  4. Affrontare la partecipazione all’ECEC come un processo attraverso adeguati indicatori di qualità;
Il progetto ha messo in moto un processo che alla fine ha portato a una rete transnazionale e multidimensionale e a una comunità di apprendimento critico di operatori, genitori, politici locali e ricercatori. Il progetto era fortemente orientato allo sviluppo di risultati intellettuali che possono portare innovazione non solo ai partner e ai loro sistemi ECEC locali, ma all’intera comunità ECEC (operatori, ricercatori e responsabili politici) in Europa.

Attività

Il progetto EQUAP prevedeva quattro attività principali:
  1. Lo sviluppo di nuove ricerche sulla partecipazione all’ECEC
  2. Lo sviluppo di indicatori di qualità relativi alla partecipazione come processo
  3. L’identificazione e lo scambio di buone pratiche sul tema della partecipazione
  4. Job shadowing del personale volto a preparare il cross-testing e il mainstreaming delle pratiche relative alla partecipazione
Job shadowing Le attività di job shadowing sono state una tappa importante del progetto. Ciò è dovuto al fatto che l’insieme delle pratiche che saranno incluse nella cassetta degli attrezzi saranno pratiche trasferite da altri paesi, testate localmente e poi valutate in termini di valore aggiunto che hanno portato alla capacità della scuola materna di aumentare la partecipazione. Il partenariato ritiene che la presentazione di una pratica relativa alla partecipazione nel contesto di un incontro di progetto non sia sufficiente a garantire un efficace trasferimento, test e adattamento. Solo il job shadowing può fornire la possibilità e creare le condizioni per il raggiungimento dei risultati previsti. Il job shadowing da un lato ha fornito l’opportunità agli insegnanti della scuola materna delle organizzazioni partner di conoscere più a fondo le pratiche stesse e il contesto in cui la pratica o le pratiche che vorrebbero trasferire e testare sono state sviluppate. Dall’altro lato hanno migliorato la loro conoscenza degli elementi del sistema ECEC degli altri paesi coinvolti. In particolare l’osservazione nelle scuole materne si concentrerà non solo sul coinvolgimento dei genitori e della comunità nella vita della scuola materna, ma anche sulle routine quotidiane, le relazioni tra i bambini e tra adulti e bambini, le questioni organizzative, l’uso dello spazio interno ed esterno.

Risultati

I principali risultati del progetto sono stati: – Identificazione di forme innovative di partecipazione (pratiche e metodi abilitanti), trasferite in altri paesi dell’UE e testate; – Creazione di un toolbox per migliorare la partecipazione che include (introduzione, istruzioni, aree di interesse e migliori pratiche) e diffuso in 9 lingue dell’UE. Il toolbox ha sia una versione cartacea che una versione online; – Maggiore interazione dei diversi componenti del sistema (membri della famiglia, operatori, comunità) – Aumento delle competenze del personale ECEC per quanto riguarda la partecipazione – Maggiore internazionalizzazione e più forte dimensione europea delle scuole materne coinvolte – Sviluppo di indicatori più efficaci che affrontano in modo completo il tema della partecipazione Uno dei principali impatti a lungo termine del progetto è stata una maggiore consapevolezza a livello locale e internazionale e una maggiore centralità alla partecipazione delle famiglie e degli assistenti come componente chiave per migliorare la qualità dell’educazione e della cura della prima infanzia. EQUAP è stato incluso nella pubblicazione “Toolkit for inclusive early childhood education and care” pubblicata dalla DG Istruzione, Gioventù, Sport e Cultura.
Novità dal Progetto
Novità dal Progetto