Finanziato da
Citizens, Equality, Rights and Values Programme (CERV)
Informazioni
Contatti
laura
Laura Avanzi
Responsabile Progetti - SERN

Art4Rights

When a space becomes a place

Sul Progetto

L’approvazione della Carta dei diritti fondamentali dell’UE nel 2000 ha rappresentato un passo fondamentale nella creazione di una cittadinanza europea consapevole e attenta ai bisogni di tutti gli abitanti europei. La definizione di valori e diritti comuni, validi per più di 450 milioni di persone, simboleggia, da un lato, il consolidamento della realtà democratica per i paesi già parte dell’Unione e, dall’altro, un elemento essenziale per la transizione democratica per quei paesi che hanno visto nel processo di adesione, un vero e proprio passaggio per l’acquisizione di diritti e libertà fondamentali. Dopo più di 20 anni, molti cittadini europei non sono pienamente consapevoli del contenuto della Carta e, come affermato nella nuova Strategia per rafforzarne l’applicazione, è fondamentale “rendere la Carta una realtà per tutti”. Per concretizzare questa volontà in una prospettiva dal basso verso l’alto, il progetto Art4Rights utilizzerà tutto il potenziale della metodologia dell’arte pubblica partecipativa con l’idea di trasformare uno “spazio cittadino” in un “luogo cittadino” grazie alla partecipazione dei suoi abitanti. Questa azione aiuterebbe a rendere i diritti e i valori dell’UE più tangibili e partecipati tra i cittadini.

Obiettivi

L’obiettivo principale di Art4Rights è quello di aumentare il senso di proprietà e la comprensione reciproca dei diritti europei tra i cittadini attraverso la partecipazione attiva e la rivitalizzazione dei simboli delle città. Di conseguenza, gli obiettivi specifici del progetto saranno: a. Aumentare il senso di appartenenza dei cittadini verso l’UE e i suoi valori, stimolando il pensiero critico e la consapevolezza dell’importanza del patrimonio culturale per rafforzare la democrazia; b. Aumentare l’interesse dei cittadini verso la propria città, la sua storia e la sua espressione artistica attraverso l’arte pubblica partecipativa, sviluppando la comprensione reciproca basata sui diritti dell’UE con l’applicazione a livello locale della Carta dell’UE; c. Riflettere sull’impatto della pandemia COVID-19 sui concetti di diritti, valori e libertà per valutare il funzionamento delle comunità locali, così come sulle forme che la partecipazione civica assume nel periodo della pandemia; d. Scambiare pratiche a livello europeo e di networking a livello locale (con gli stakeholder) e transnazionale.

Attività

Il progetto verrà sviluppato durante durante il periodo primaverile 2022-2024 attraverso un totale di nove progetti:
  1.  Riunione di coordinamento – Giugno 22;
  2. Seminario Transnazionale in Portogallo- Ottobre 22;
  3. Seminario di formazione in Svezia – Gennaio 23;
  4. Presentazione delle attività locali, online – Settembre e Ottobre 23;
  5. Riunione di Valutazione in Croazia – Gennaio 24
  6. Seminario Transnazionale in Italia – Maggio 24

Risultati

L’approccio che sarà usato nel progetto basato sull’arte pubblica partecipativa e sul pensiero critico è un elemento cruciale per raggiungere i risultati attesi (obiettivi specifici) e per mostrare comprensione reciproca, partecipazione attiva e inclusione. Inoltre, la creazione di una rete di città che coopereranno per raggiungere gli obiettivi del progetto produrrà un’interazione transnazionale che porterà a ulteriori e molteplici collaborazioni future basate sullo scambio di pratiche e sul networking sviluppato dal progetto Art4Rights.